Utili idioti e non



Utili idioti e non*
(7 novembre 2007)

è a Mosca Oliviero Diliberto.
Fa la sua brava fila in Piazza Rossa.
Dalla mummia di Lenin vien stregato.
A Roma lui portarsela vorrebbe.
Par che la mummia, là, non sia gradita.
Per molti, quà , Oliviero non va bene.
Non sarebbe carino un bello scambio?
Più comunisti là, ci sono, in Russia.
Potrebbe utile là rendersi tanto.
Oliviero esser dice comunista,
idiota di non esser, al contempo.**
Di certo, non sarà “utile idiota”!
Di mummie noi ne abbiamo a profusione.
La fantasia davvero non ci manca.
Da qualche parte un posto troveremo!

-----------------------------------------
* Agli albori della rivoluzione bolscevica, Lenin
definì “utili idioti” quanti, nobili “illuminati”,
ecclesiastici, uomini politici di cultura borghese
etc. non combattevano i comunisti (loro naturali
avversari e spesso carnefici), preferendo anzi
affiancarsi a costoro nella campagna di
denigrazione degli oppositori anticomunisti.
Nella storia del comunismo, di utili idioti ce ne
sono stati tanti. Nessuno, che si sappia, osò
contraddire Lenin affermando: “Sono utile
ai comunisti, non idiota”.

** “Sono comunista, non stupido” fu la frase
pronunciata da Diliberto in occasione
della manifestazione antiamericana organizzata
da Prc, Pdci e Verdi a Piazza del Popolo in Roma
il 9 giugno 2007 (circa mille i partecipanti).
Tuttavia, sia il Dizionario dei sinonimi e dei contrari
della BUR che quello della De Agostini
indicano tra i sinonimi del termine stupido
anche il sostantivo idiota (oltre molti altri
tra i quali: cretino, imbecille e tonto). Diliberto
risulterebbe utile ma niente affatto idiota. E ciò
sia perché comunista, e non semplice
fiancheggiatore dei comunisti, naturale
nemico dell’imperialismo borghese (ha detto
di Bush che ha le “mani sporche di sangue”) ,
nonché conclamato e non pervertito,
né quindi idiota, avversario degli anticomunisti .

Cagliari 7 novembre 2007 - PIETRO MUGGIANU