BRINDISI SARDO



BRINDISI SARDO

Cannonau nero, come nera notte,
pronubi lieti entrambi degli amplessi.
Prokeddu ed ogni arrosto i suoi successi,
complice de s’istrumpa ed altre lotte.

Nuragus nello scrigno della botte,
dell’oro impreziosito delle messi
e dell’ambra adornato dei riflessi.
Il pesce ed i formaggi le sue rotte.

Vernaccia, Malvasia, buon Vermentino!
Girò, Nasco, la Monica, il Moscato!
Mandrolisai! D’Oliena il gran Nepente!

Sangue e linfa dell’isola ogni vino,
al poeta estroso buon amico alato,
il semplice avvicina al gran sapiente!

-----------------------------------------
* prokeddu, in atzarese (mesania),
porkeddu, secondo M.L. Wagner,
proceddu o porceddu, in campidanese.


PIETRO MUGGIANU     
 
    

La poesia è stata letta dall'attore Tino Petilli, presente l'autore, per gli amici del PICCOLO
BAR di VILLA MUSCAS a Cagliari sabato 22 Luglio 2006, insieme all'ode "Brindisi Italiano",
anche questa di Pietro Muggianu. Per l'occasione è stata ristampata con la copertina qui sopra riprodotta.