ALTRO TRA NOI NON FU



Che cosa mi passava per la testa?

Che cosa ti passava per la testa?

Al  Ginnasio, compagno mio di banco.

Bello eri tu, ricciuto e paffutello.

Mano nella tua mano, tutto il tempo,

mano calda, accogliente, forte e tenera.

Figlio tu di papà, io del popolo ero,

ma quel banco lì uguali ci faceva.

Altro tra noi non fu,  ma vita fu.